Cosa dicono i genitori?

Perché hanno scelto Inglemus? Leggi alcune opinioni su Inglemus

La bambina (di 3 anni) già dalla seconda lezione canticchiava le canzoncine trattate al corso: è sorprendente come attraverso il gioco e la musica i bambini apprendano senza difficoltà una nuova lingua. L’insegnante è amorevole, conquista da subito l’affetto dei bambini e riesce a coinvolgerli con balli, canti e attività, creando così un ambiente sereno dove i bimbi tornano sempre volentieri. Anche i partecipanti più timidi (come mia figlia) partecipano volentieri alle lezioni, magari chiedendo alla mamma di rimanere nella saletta… Pian piano acquistano sicurezza, ognuno con i suoi tempi; l’insegnante rispetta il loro carattere e ha una straordinaria capacità di coinvolgerli diventando così la loro compagna di giochi.

Linda

La nostra opinione sul corso Inglemus è maturata in quasi tre anni di esperienza: il nostro primo figlio infatti sta frequentando per il terzo anno (ha iniziato quando ne aveva 2 ed ora ne compirà 5), da quest’anno portiamo anche il fratello (compirà 3 anni). Ovviamente siamo soddisfatti. I due bimbi hanno caratteri estremamente diversi e il loro approccio alle lezioni è stato diversissimo: il piccolo è “un entusiasta” ed ha partecipato da subito molto attivamente; il grande ha iniziato osservando e rimanendo in disparte, canta poco e prima di interagire con la maestra e i compagni ce n’è voluto, ma ci siamo veramente stupiti di quante paroline ha silenziosamente assimilato. Frequentano molto volentieri, parlano della “loro maestra di inglese” e a fine lezione si interrogano su che canzoni e giochi hanno fatto e confrontano le rispettive esperienze (vanno in due orari diversi avendo età diverse).

Giulia

L’atmosfera che si respira al corso è molto tranquilla e rilassante, non sembra affatto di essere in una “scuola” e questo per i bambini è l’ideale. Mattia si diverte un sacco e ormai l’appuntamento settimanale è quasi una festa.Frequenta dall’anno scorso e da un po’ di tempo, così di punto in bianco, canta come niente fosse una nuova strofa di qualche canzone in inglese nonostante io non riesca ad essere sempre così puntuale nell’ascolto quotidiano come suggerito dalla maestra Bernadet.Consiglierei sicuramente ad un altro genitore di dare questa opportunità al bambino.

Alessandra

Ho scelto Inglemus perché nessun metodo di insegnamento è migliore del gioco. Giocando il bambino impara più velocemente, divertendosi. Non c’è modo migliore.
Inglemus è ben strutturato per le esigenze dei bimbi che devono disporre di un ambiente allegro e divertente per essere messi a loro agio. Inglemus è tutto questo!

Matej

Perché attraverso il gioco e la musica i bimbi imparano senza alcuna fatica, in modo naturale, divertendosi.

E’ come se la verdura avesse il sapore di torta al cioccolato, o la medicina il gusto di una dolce caramella.

Bernadet è compagna di giochi, tata amorevole, fonte inesauribile di nuove idee per insegnare “senza controindicazioni”.

Alina

Con la musica si comunica in armonia. E’ un linguaggio senza frontiere per esprimere ogni sensazione.

Bernadet è la traduttrice di tutto quanto i bambini vogliono dire usando la musica.

Ella diffonde in loro un modo universale per aver cura dei sentimenti ed accrescere la felicità.

Anna e Giorgio

Intraprendere una strada, trasportati dalla musica e l’inglese che ti proietta nel futuro… avere la fortuna di incontrare una persona con un grande cuore che ti tende la mano e ti porta lontano ad assaporare il mondo bambino… gioia, divertimento, allegria, ballo, canto, curiosità e novità… e chi ha voglia poi di ritornare indietro?

Claudia

Siamo contenti di questo corso perché nostro figlio partecipa alle lezioni molto volentieri.

L’insegnante riesce a coinvolgere anche bambini molto piccoli (nostro figlio ha iniziato il corso a poco più di 2 anni) ottenendo da loro attenzione e disciplina, a farli divertire tramite giochi, canzoni e attività molto vari che permettono loro di avvicinarsi gradualmente ad una nuova lingua.

Sembra sorprendente “l’indifferenza” che dimostrano i bambini nel sentire e nel rispondere alle domande nell’una (italiano) o nell’altra lingua (inglese)!!!

Inoltre, accompagnare i figli a lezione è utile anche per i genitori che vogliono tenersi in allenamento con l’inglese.

Giulia

Abbiamo scelto il corso della dott.ssa Bernadet Polgar per nostro figlio Marco per migliorare l’iperattività, per imparare la lingua inglese attraverso la musica, per rilassarlo e renderlo pìù sereno ed infine per sviluppare le sue capacità musicali. Un’altro motivo di tale scelta è sicuramente stato la figura dell’insegnante, una persona molto disponibile, paziente ,competente, che sa coinvolgere con entusiasmo i bambini nello studio di questa bellissima materia. Consigliamo vivamente a tutti di intraprendere questo percorso di formazione in quanto veramente utile ed appagante per il bambino.

Alessandra

Mi chiedevi un parere sul lavoro che stai svolgendo con Pietro…

Trovo sia molto migliorato da quando abbiamo iniziato il nostro percorso! Certo, ci sono giornate in cui è più attivo e altre meno, ma considerato quello che ha, è decisamente molto più sciolto! Anche la psicologa lo trova molto più socievole, più attivo, più attento! Pietro è molto contento quando viene da te a lezione e ascolta volentieri i cd a casa, quindi, questo è un buon segno!

Per quanto riguarda la maestra… Be’ che dire.. Sei una persona meravigliosa che ci mette l’anima nel suo lavoro e ormai ce ne sono poche di persone così in tutto il pianeta!

Federica
Il nome del bimbo, con il disturbo dell’autismo, è stato modificato.

Grazie a questo corso mio figlio ha percepito che il canto e la musica sono fonti di gioia, perchè ora sottolinea ogni momento felice, di gioco e/o soltanto spensierato, con un canto.

Roberta

Articoli recenti

Archivi